La domenica da dentro o fuori.

Oggi bisogna vincere noi prima di tutto, fare le pulci alla seconda squadra di Torino o, peggio ancora, chiedere “favori” a quelli lì è un esercizio di anti-dignità che nessun casciavit dovrebbe operare.

Ieri Gattuso ha detto che il quinto posto non sarebbe un fallimento. Ha ragione perché quello è il valore della rosa del Milan, una rosa che si reggeva su Higuain mai pervenuto e che per due mesi ha giocato con la difesa Zapata-Abate, non va dimenticato. Gattuso ha fatto errori? Più nelle conferenze-stampa, che in campo.

Chi mette all’angolo prima Gattuso dell’ex allenatore dell’Antalyaspor (alias Leonardo assurto al ruolo di difensore dei colori rossoneri) non sarà mai accettato in questo spazio, al pari dei tifosi della seconda squadra di Torino, con cui non è previsto alcun dialogo.

Ma ne parleremo meglio in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Vai alla barra degli strumenti